28 la ventunesima ad Hotir, il quale, co’ suoi figliuoli, e fratelli, faceva il numero di dodici;