22 Ben potrà egli mangiar delle vivande dell’Iddio suo, così delle santissime, come delle sante.