11 Figliuol mio, non disdegnare la correzione dell’Eterno, e non ti ripugni la sua riprensione;