31 E la mia cetera si รจ mutata in duolo, E il mio organo in voce di pianto.