27 e sappiano essi che questo è opera della tua mano, che sei tu, o Eterno, che l’hai fatto.