Salmi 30

1 Salmo. Cantico per la dedicazione della Casa. Di Davide. Io t’esalto, o Eterno, perché m’hai tratto in alto, e non hai permesso che i miei nemici si rallegrassero di me.
2 O Eterno, Dio mio, io ho gridato a te, e tu m’hai sanato.
3 O Eterno, tu hai fatto risalir l’anima mia dal soggiorno de’ morti, tu m’hai ridato la vita perch’io non scendessi nella fossa.
4 Salmeggiate all’Eterno, voi suoi fedeli, e celebrate la memoria della sua santità.
5 Poiché l’ira sua è sol per un momento, ma la sua benevolenza e per tutta una vita. La sera alberga da noi il pianto; ma la mattina viene il giubilo.
6 Quanto a me, nella mia prosperità, dicevo: Non sarò mai smosso.
7 O Eterno, per il tuo favore, avevi reso forte il mio monte; tu nascondesti la tua faccia, ed io fui smarrito.
8 Io ho gridato a te, o Eterno; ho supplicato l’Eterno, dicendo:
9 Che profitto avrai dal mio sangue s’io scendo nella fossa? Forse che la polvere ti celebrerà? predicherà essa la tua verità?
10 Ascolta, o Eterno, ed abbi pietà di me; o Eterno, sii tu il mio aiuto!
11 Tu hai mutato il mio duolo in danza; hai sciolto il mio cilicio a m’hai cinto d’allegrezza,
12 affinché l’anima mia salmeggi a te e non si taccia. O Eterno, Dio mio, io ti celebrerò in perpetuo.
The Riveduta Bible is in the public domain.

Salmi 31

1 Per il Capo de’ musici. Salmo di Davide. O Eterno, io mi son confidato in te, fa’ ch’io non sia giammai confuso; liberami per la tua giustizia.
2 Inclina a me il tuo orecchio; affrettati a liberarmi; siimi una forte ròcca, una fortezza ove tu mi salvi.
3 Poiché tu sei la mia ròcca e la mia fortezza; per amor del tuo nome guidami e conducimi.
4 Trammi dalla rete che m’han tesa di nascosto; poiché tu sei il mio baluardo.
5 Io rimetto il mio spirito nelle tue mani; tu m’hai riscattato, o Eterno, Dio di verità.
6 Io odio quelli che attendono alle vanità menzognere; e quanto a me confido nell’Eterno.
7 Io festeggerò e mi rallegrerò per la tua benignità; poiché tu hai veduta la mia afflizione, hai preso conoscenza delle distrette dell’anima mia,
8 e non m’hai dato in man del nemico; tu m’hai messo i piedi al largo.
9 Abbi pietà di me, o Eterno, perché sono in distretta; l’occhio mio, l’anima mia, le mie viscere son rosi dal cordoglio.
10 Poiché la mia vita vien meno dal dolore e i miei anni per il sospirare; la forza m’è venuta a mancare per la mia afflizione, e le mie ossa si consumano.
11 A cagione di tutti i miei nemici son diventato un obbrobrio, un grande obbrobrio ai miei vicini, e uno spavento ai miei conoscenti. Quelli che mi veggono fuori fuggon lungi da me.
12 Io son del tutto dimenticato come un morto; son simile a un vaso rotto.
13 Perché odo il diffamare di molti, spavento m’è d’ogn’intorno, mentr’essi si consigliano a mio danno, e macchinano di tormi la vita.
14 Ma io mi confido in te, o Eterno; io ho detto: Tu sei l’Iddio mio.
15 I miei giorni sono in tua mano; liberami dalla mano de’ miei nemici e dai miei persecutori.
16 Fa’ risplendere il tuo volto sul tuo servitore; salvami per la tua benignità.
17 O Eterno, fa’ ch’io non sia confuso, perché io t’invoco; siano confusi gli empi, sian ridotti al silenzio nel soggiorno de’ morti.
18 Ammutoliscano le labbra bugiarde che parlano arrogantemente contro al giusto con alterigia e con disprezzo.
19 Quant’è grande la bontà che tu riserbi a quelli che ti temono, e di cui dài prova in presenza de’ figliuoli degli uomini, verso quelli che si confidano in te!
20 Tu li nascondi all’ombra della tua presenza, lungi dalle macchinazioni degli uomini; tu li occulti in una tenda, lungi dagli attacchi delle lingue.
21 Sia benedetto l’Eterno! poich’egli ha reso mirabile la sua benignità per me, ponendomi come in una città fortificata.
22 Quanto a me, nel mio smarrimento, dicevo: Io son reietto dalla tua presenza; ma tu hai udita la voce delle mie supplicazioni, quand’ho gridato a te.
23 Amate l’Eterno, voi tutti i suoi santi! L’Eterno preserva i fedeli, e rende ampia retribuzione a chi procede alteramente.
24 Siate saldi, e il vostro cuore si fortifichi, o voi tutti che sperate nell’Eterno!
The Riveduta Bible is in the public domain.

Salmi 32

1 Di Davide. Cantico. Beato colui la cui trasgressione e rimessa e il cui peccato è coperto!
2 Beato l’uomo a cui l’Eterno non imputa l’iniquità e nel cui spirito non è frode alcuna!
3 Mentr’io mi son taciuto le mie ossa si son consumate pel ruggire ch’io facevo tutto il giorno.
4 Poiché giorno e notte la tua mano s’aggravava su me, il mio succo vitale s’era mutato come per arsura d’estate. Sela.
5 Io t’ho dichiarato il mio peccato, non ho coperta la mia iniquità. Io ho detto: Confesserò le mie trasgressioni all’Eterno; e tu hai perdonato l’iniquità del mio peccato. Sela.
6 Perciò ogni uomo pio t’invochi nel tempo che puoi esser trovato; e quando straripino le grandi acque, esse, per certo, non giungeranno fino a lui.
7 Tu sei il mio ricetto, tu mi guarderai da distretta, tu mi circonderai di canti di liberazione. Sela.
8 Io t’ammaestrerò e t’insegnerò la via per la quale devi camminare; io ti consiglierò e avrò gli occhi su te.
9 Non siate come il cavallo e come il mulo che non hanno intelletto, la cui bocca bisogna frenare con morso e con briglia, altrimenti non ti s’accostano!
10 Molti dolori aspettano l’empio; ma chi confida nell’Eterno, la sua grazia lo circonderà.
11 Rallegratevi nell’Eterno, e fate festa, o giusti! Giubilate voi tutti che siete diritti di cuore!
The Riveduta Bible is in the public domain.

Salmi 33

1 Giubilate, o giusti, nell’Eterno; la lode s’addice agli uomini retti.
2 Celebrate l’Eterno con la cetra; salmeggiate a lui col saltèro a dieci corde.
3 Cantategli un cantico nuovo, sonate maestrevolmente con giubilo.
4 Poiché la parola dell’Eterno è diritta e tutta l’opera sua è fatta con fedeltà.
5 Egli ama la giustizia e l’equità; la terra è piena della benignità dell’Eterno.
6 I cieli furon fatti dalla parola dell’Eterno, e tutto il loro esercito dal soffio della sua bocca.
7 Egli adunò le acque del mare come in un mucchio; egli ammassò gli abissi in serbatoi.
8 Tutta la terra tema l’Eterno; lo paventino tutti gli abitanti del mondo.
9 Poich’egli parlò, e la cosa fu; egli comandò e la cosa sorse.
10 L’Eterno dissipa il consiglio delle nazioni, egli annulla i disegni dei popoli.
11 Il consiglio dell’Eterno sussiste in perpetuo, i disegni del suo cuore durano d’età in età.
12 Beata la nazione il cui Dio è l’Eterno; beato il popolo ch’egli ha scelto per sua eredità.
13 L’Eterno guarda dal cielo; egli vede tutti i figliuoli degli uomini:
14 dal luogo ove dimora, osserva tutti gli abitanti della terra;
15 egli, che ha formato il cuore di loro tutti, che considera tutte le opere loro.
16 Il re non è salvato per grandezza d’esercito; il prode non scampa per la sua gran forza.
17 Il cavallo è cosa fallace per salvare; esso non può liberare alcuno col suo grande vigore.
18 Ecco, l’occhio dell’Eterno è su quelli che lo temono, su quelli che sperano nella sua benignità,
19 per liberare l’anima loro dalla morte e per conservarli in vita in tempo di fame.
20 L’anima nostra aspetta l’Eterno; egli è il nostro aiuto e il nostro scudo.
21 In lui, certo, si rallegrerà il cuor nostro, perché abbiam confidato nel nome della sua santità.
22 La tua benignità, o Eterno, sia sopra noi, poiché noi abbiamo sperato in te.
The Riveduta Bible is in the public domain.

Salmi 34

1 Di Davide, quando si finse insensato davanti ad Abimelec e, cacciato da lui, se ne andò. Io benedirò l’Eterno in ogni tempo; la sua lode sarà del continuo nella mia bocca.
2 L’anima mia si glorierà nell’Eterno; gli umili l’udranno e si rallegreranno.
3 Magnificate meco l’Eterno, ed esaltiamo il suo nome tutti insieme.
4 Io ho cercato l’Eterno, ed egli m’ha risposto e m’ha liberato da tutti i miei spaventi.
5 Quelli che riguardano a lui sono illuminati, e le loro facce non sono svergognate.
6 Quest’afflitto ha gridato, e l’Eterno l’ha esaudito e l’ha salvato da tutte le sue distrette.
7 L’Angelo dell’Eterno s’accampa intorno a quelli che lo temono, e li libera.
8 Gustate e vedete quanto l’Eterno è buono! Beato l’uomo che confida in lui.
9 Temete l’Eterno, voi suoi santi, poiché nulla manca a quelli che lo temono.
10 I leoncelli soffron penuria e fame, ma quelli che cercano l’Eterno non mancano d’alcun bene.
11 Venite, figliuoli, ascoltatemi; io v’insegnerò il timor dell’Eterno.
12 Qual è l’uomo che prenda piacere nella vita, ed ami lunghezza di giorni per goder del bene?
13 Guarda la tua lingua dal male a le tue labbra dal parlar con frode.
14 Dipartiti dal male e fa’ il bene; cerca la pace, e procacciala.
15 Gli occhi dell’Eterno sono sui giusti e le sue orecchie sono attente al loro grido.
16 La faccia dell’Eterno è contro quelli che fanno il male per sterminare di sulla terra la loro memoria.
17 I giusti gridano e l’Eterno li esaudisce e li libera da tutte le loro distrette.
18 L’Eterno e vicino a quelli che hanno il cuor rotto, e salva quelli che hanno lo spirito contrito.
19 Molte sono le afflizioni del giusto; ma l’Eterno lo libera da tutte.
20 Egli preserva tutte le ossa di lui, non uno ne è rotto.
21 La malvagità farà perire il malvagio, e quelli che odiano il giusto saranno condannati.
22 L’Eterno riscatta l’anima de’ suoi servitori, e nessun di quelli che confidano in lui sarà condannato.
The Riveduta Bible is in the public domain.